Favorite films

  • After Hours
  • Videodrome
  • Angel Heart
  • Rumble Fish

Recent activity

All
  • Tom Clancy's Without Remorse

    ★★½

  • Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings

    ★★★½

  • Malignant

    ★★★½

  • Army of the Dead

    ★★★½

Recent reviews

More
  • Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings

    Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings

    ★★★½

    Il discorso suo film Marvel è sempre lo stesso, inutile ripetersi. C’è da dire che questo mi è piaciuto particolarmente intanto perché è una origin story fatta davvero bene e non in maniera svogliata come una Captain Marvel (e molto altro), poi perché il folklore orientale mi ha sempre attirato e vederlo frullato con l’estetica pop della Marvel per me è stato sicuramente un bel vedere. Aggiungo che ci sono i migliori combattimenti visti in questi film, soprattutto quello a Macao tra le impalcature. Nutro serie speranze che possa resistere alla prova del tempo.

  • Candyman

    Candyman

    ★★★½

    È un film che a leggere le recensioni appare molto controverso, c’è chi lo ha amato molto e chi lo ha detestato. Chiaramente la componente “sociale” è parte integrante del mito di Candyman cosicché si è rivelato corretto puntarci parecchio, anche se secondo me Peele si è fatto prendere un po’ troppo la mano e i mille rivoli che ne sono derivati (alcuni eccessivamente forzati, va detto) hanno finito per minare il coinvolgimento dello spettatore nei confronti delle vicende del…

Popular reviews

More
  • Hammamet

    Hammamet

    ★★½

    Un film vecchio, noioso, mal recitato a parte lo strepitoso Favino e con un’imbarazzante coda finale

  • Blessed Madness

    Blessed Madness

    ★★★½

    Verdone compie un'operazione estremamente intelligente affidandosi a sceneggiatori giovani e un'attrice, Ilenia Pastorelli, che sembra fatta apposta per i suoi film. Ne viene fuori un film molto gradevole, a tratti anche sperimentale e da un punto di vista tecnico molto buono: raramente nel recente passato mi erano balzate all'occhio le capacità registiche di Verdone come questa volta, segno che evidentemente c'era maggiore convinzione anche da parte sua. Dopo almeno un decennio al quale si addicono aggettivi come "fiacco", "polveroso", "stantio"…