• Love New and Old

    Love New and Old

    ★★★

    Protagonista insopportabile. Masayuki Mori invece qui è proprio un chad.

  • Youth in Fury

    Youth in Fury

    ★★★½

    A un certo punto viene cantata la versione giapponese di 'O sole mio.
    Se non sbaglio anche in un altro film di Shinoda compare (forse Pale Flower). E niente, è fantastico.

  • The Seed of Man

    The Seed of Man

    ★★★★

    In un'inquadratura, fra i quadri donati dal maggiore per il "museo", si intravede un dettaglio della Tempesta di Giorgione.
    Sposando una delle interpretazioni piú note del quadro, potremmo vedere i protagonisti del film di Ferreri, scampati all'Apocalisse, sono dei novelli Adamo ed Eva scacciati via dal Paradiso Terrestre del consumismo. Sulla spiaggia potrebbe compiersi la rinascita della civiltà, ma può esistere ancora una civiltà? Può esistere ancora un futuro in una società che sembra condannata a ripetere gli stessi errori?
    Nota interessante: tutti gli attori uomini del film non sono professionisti, al contrario delle attrici.

  • The Teachers’ Lounge

    The Teachers’ Lounge

    ★★

    Improponibile e tecnicamente pure mediocre. Nei primi 20 minuti montaggio criminale con continue perdite di fuoco assolutamente a cazzo di cane.

  • Our Lady of the Turks

    Our Lady of the Turks

    ★★★★½

    Un buon approccio ai film di Carmelo Bene potrebbe essere quello di sentirli senza vederli, poi di vederli senza sentirli, poi di ascoltarli senza guardarli, poi di guardarli senza ascoltarli. Poi per sfizio si potrebbe unire le quattro attività. Ma solo per sfizio.

  • Capricci

    Capricci

    ★★★

    "Putthana, puutthaaana, puttana, puttena, puhttana, putttana, puttttana, puttəna, puttana!! Pputthaaana"

  • Side Street Story

    Side Street Story

    ★★★½

    Il finale è lo stesso di France di Bruno Dumont

  • Questi fantasmi

    Questi fantasmi

    ★★★★★

    "Noi siamo i fantasmi"

  • Past Lives

    Past Lives

    ★★★½

    Anche io comunque se fossi una donna fra un bamboccione mascellone coreano e un calabro-ashkenazita preferirei stare col calabro-ashkenezita.

  • Scipio the African

    Scipio the African

    ★★★½

    "Per cui, giovanotti, io ve sto per da' na gran brutta notizia... Tutta questa vostra cultura, non è altro che bottino de guera..."

  • Salome

    Salome

    ★★★★

    "Ma non bisogna cercare simboli dappertutto, la vita sarebbe impossibile. Sarebbe più facile dire che le macchie di sangue sono belle come i petali di rosa"

  • One Hamlet Less

    One Hamlet Less

    ★★★★

    Quando si finisce con la pazzia è segno che si è iniziato col gigionismo.