Judas and the Black Messiah

Judas and the Black Messiah ★★★★

Un ottimo film sulle Pantere Nere con anche un'interessante storia, sviluppata però con un ritmo molto, troppo, lento.
Lentezza che però nella maggior parte dei casi non si sente esclusivamente grazie a un cast spaziale!
Daniel Kaluya che di solito, non chiedetemi perché, mi sta altamente sulle balle qui è stato strepitoso: carismatico, sfaccettato, tenebroso, rassicurante, convinto e convincente in ciò in cui crede.
Lakeith Stainfeild qui da veramente inizio alla sua spero rosea carriera: un criminale infiltrato dall'FBI nelle pantere nere che da un lato pensa solo a se stesso e a sopravvivere, mentre dall'altro nonostante lo neghi lui stesso inizia piano piano a credere fermamente e realmente in quegli ideali che finge di apprezzare.
E poi c'è colui che per me, assieme a molti altri nomi, rappresenta la nuova Hollywood, i nuovi "top del top", Jesse Plemmons: un agente dell'FBI simpatico, generoso e carismatico che però quando serve trasmette una freddezza inimitabile!
Tra "sto pensando di finirla qui", "Jungle Cruise" e questo spero davvero che qualcun'altro lì fuori l'abbia notato è che la sua carriera decolli (cosa, che, chissà, magari accadrà col nuovo film di Scorsese...).
Quindi, riassumendo, un film in generale ottimo, ma che senza le meraviglie interpretazioni sarebbe stato "solo" buono.

James liked these reviews

All