Favorite films

  • Sonatine
  • Tokyo Story
  • Salò, or the 120 Days of Sodom
  • La Dolce Vita

Recent activity

All
  • Halloween

    ★★

  • Hentai Land

  • Caterpillar

  • White Wedding

    ★★★★½

Recent reviews

More
  • Drive My Car

    Drive My Car

    ★★★★½

    C'è una singola parola che descrive perfettamente il cinema di Hamaguchi: "Comunicazione".
    A ben vedere il filo che unisce tutti i suoi film è la necessità dei personaggi di comunicare tra loro, o altresì l'impossibilità che ciò accada.
    Se fin dagli esordi con "Like nothing happened" e il primo lungometraggio "Passion" Hamaguchi ha posto l'accento sulle relazioni amorose, nei terrificanti giochi di detti e non detti che logorano le coppie dall'interno (salvate alla fine proprio dal riuscito diagolo e dall'apertura…

  • Mad God

    Mad God

    ★★★★½

    Nell'aftermath delle Sodoma e Gomorra post-atomiche, in mezzo alla follia dell'umanità (o almeno ciò che ne rimane, ciò che è divenuta), rimane forse un'ultima possibilità di rinascita che scaturisce dalla distruzione perpetua.
    Similmente a "Children of the sea" di Ayumu Watanabe (animazione contemporanea quindi molto attenta al tema) il finale del film mostra l'inspiegabile mistero della vita, dei cicli di morte e rinascita attraverso lunghe sequenze di indecifrabile potenza della Natura.
    Il film di Tippet è un elogio all'atto della…

Popular reviews

More
  • The Bears' Famous Invasion of Sicily

    The Bears' Famous Invasion of Sicily

    ★★★½

    Il vero problema del cinema in Italia è che film come questo rimangono dei casi circoscritti.
    Se già con L'arte della felicità e Gatta Cenerentola avevamo dimostrato che anche qui in Italia l'animazione funziona, con questo film ne abbiamo ulteriormente conferma.
    È ora di puntare un po' di più sui nostri registi, perché questi 3 film sono nettamente superiori al 90% dei film d'animazione americana che escono ogni anno.
    A livello visivo questo film è strepitoso, utilizza giochi geometrici e…

  • Children of the Sea

    Children of the Sea

    ★★★★½

    Watanabe rielabora tratti degli stili di Shinkai, Yuasa e Malick con grande personalità.
    Nella sequenza finale di genesi e fecondazione il film diventa 2001: Odissea nello spazio, Evangelion, Akira, Tenshi no Tamago, Prometheus, Full metal alchemist, Fantasia, le saghe cosmiche dei fumetti Marvel....
    Era dai tempi de "La storia della principessa splendente" che non vedevo un film d'animazione con una tale potenza visiva e grafica.