• All Quiet on the Western Front

    All Quiet on the Western Front

    ★★★

    Bello ma non ci vivrei.
    A parte gli scherzi, bellissimo riadattamento tristissimo, però è una storia letteraria stravecchia  riadattata svariata volte, insomma letteralmente NIENTE DI NUOVO sul fronte cinematografico

  • Aftersun

    Aftersun

    ★★★★★

    Mi mancavano film così.
    Aftersun ti tocca il cuore senza che tu te ne possa accorgere, mi sono ritrovata a piangere disperatamente non appena la pellicola è finita.
    È dolce, accogliente, ma anche malinconico e doloroso.
    Voto: 10

  • The Menu

    The Menu

    ★★

    Nasce da un’idea interessante, la satira al mondo dell’alta cucina, dell’ossessione per la ricerca del piatto perfetto, del sapore perfetto.
    È divertente e sa intrattenere, peccato però che il film inizi a tutti gli effetti dopo un’ora, ora in cui ti chiedi chi siano le persone che popolano il ristorante, domanda che non avrà mai una risposta.
    Il problema di questo film è la sceneggiatura, i personaggi sono piatti, vuoti, non hanno una storia e poi diciamocelo la retorica del “i ricchi sono cattivi” ci ha un po’ stancato. 
    Voto: 2

  • Barbarian

    Barbarian

    ★★

    Potenzialmente un film horror con le🏐🏐 e poi si perde in un bicchier d’acqua.
    BANALE
    VOTO: 5

  • Smile

    Smile

    ★★★

    Non un horror fine e autoriale  come piacciono a me, ma comunque un buon prodotto del genere.
    Sa un po’ di già visto e i jump scare fanno troppo da padroni, per il resto funziona.
    Voto: 6

  • Everything Everywhere All at Once

    Everything Everywhere All at Once

    ★★★★½

    Per me al momento è il film dell’anno.
    Premio totale al montaggio di questa pellicola che lascia senza fiato, ma la storia, la sceneggiatura, l’idea di usare un’avventura come mezzo per parlare della famiglia, dei rapporti umani, della vita in generale.
    Ho adorato.
    Voto: 9

  • Elvis

    Elvis

    ★★★

    Una grande interpretazione.
    Peccato che io film sembri un lunghissimo trailer

  • The Northman

    The Northman

    ★★★½

    Un capolavoro di tecnica, ma un Eggers troppo mainstream per me.
    Non all’altezza delle mie aspettative, peccato davvero.

  • Morbius

    Morbius

    ½

    Ho dormito per 10 minuti. Questo film ha distrutto la mia cinefilia. Mai successo in vita mia.
    SKIF
    VOTO: 0

  • CODA

    CODA

    ★★

    Mi vergogno al posto dell’Academy per aver fatto vincere Camp Rock senza i Jonas Brothers.

  • The Worst Person in the World

    The Worst Person in the World

    ★★★★

    Un film che racconta alla perfezione la generazione dei millenials.
    I trentenni di oggi, per natura malleabili, instabili, infelici di nascita, che cercano disperatamente l’accettazione sociale, attraverso la conferma di alcuni status come il desiderio di avere figli, la consapevolezza del proprio futuro, un partner affianco per tutta la vita. 
    È una pellicola delicata e leggera, non ha nessun tipo di presunzione o di pretesa e forse proprio per questo è così magica e gentile.
    Complimenti. Bello bello.
    Voto: 8

  • Drive My Car

    Drive My Car

    ★★★

    Lo so, lo so:
    Gaia ma devi sempre andare contro corrente?!

    Vi giuro che non lo faccio apposta, vi giuro che se avessi potuto amare questo film ne sarei stata felicissima, mi piace dire quello che penso senza filtrarlo mai, sbaglierò, ma almeno non pecco di ipocrisia.

    Avevo delle aspettative su questo film incredibili (mai farlo, non sono mai rispettate), mi sono preparata, pronta a guardare un nuovo capolavoro, preparata alla recensione dell’anno e poi…. Poi ho passato tre ore…